Aggiornamento di Sheldan Nidle per la Gerarchia Spirituale e la Federazione Galattica

                        

25 gennaio 2005 (1 Men, 3 Yax, 13 Eb)

Selamat Jarin! Eccoci con voi, Carissimi, con altri temi da discutere. In tutto il mondo sta fermentando una “rivoluzione silente” intesa non a preservare la società attuale, bensì a ristrutturarla in modo radicale. Come molte correnti del genere, questa ribellione offre una nuova prospettiva del mondo. È giunto il momento di modificare completamente il modo d’operare della vostra società mondiale e, soprattutto, il modo in cui detta società percepisce se stessa. I vecchi metodi non sono più applicabili. Alla fine degli anni ’80, l’improvvisa cessazione della “guerra fredda” fu il segno celeste che il vecchio mondo, composto di una minoranza, dominante su masse affamate ed impotenti, stava per giungere alla sua profetizzata conclusione. Al suo posto, sia pur per breve tempo, i popoli dell’Europa orientale e la coraggiosa moltitudine cinese presentarono un modello basato sulla pace, la cooperazione e l’equa distribuzione delle ricchezze. Un tale progetto fu soppesato, ancor più speditamente, dagli Anunnaki e i loro servi terrestri, che lo giudicarono spaventevole, al di la di ogni immaginazione. Essi perseverarono, quindi, nei loro piani d’asservimento del mondo intero ed avanzarono persino una proposta delinquenziale, di cui la cabala del Nordamerica fu l’entusiasta portavoce.

Questo orribile piano avrebbe dovuto essere pienamente operativo fin dagli ultimi anni ’90. Il Cielo, invece, applicando il Piano divino, creò una situazione che da ultimo fece naufragare tale progetto. Come vi è ormai noto, gli Anunnaki – intravedendo la possibilità di porre fine alle sempiterne guerre galattiche – cambiarono bandiera e ritirarono il loro appoggio precisamente nella fase finale, necessaria per condurre a termine questa losca impresa. Di conseguenza, il piano fallì e dalle sue rovine nacque un conflitto generale d’idee e proposte su come, in ogni modo, realizzare il progetto concepito. Nel 1998, i vecchi servi degli Anunnaki si divisero in tre gruppi principali, e quattro o cinque minori. Questi ultimi erano aperti a nuove idee e in cerca di qualcuno che potesse saggiamente guidarli. In quell’occasione, i Maestri Ascesi apparsero a molti membri di detti gruppi, proponendosi come sostenitori e nuove guide. Essendo il loro scopo principale quello di orientare detti gruppi verso la Luce, iniziarono col creare le condizioni favorevoli affinché ciò accadesse. E qui entra in scena la Federazione Galattica.

La Federazione Galattica della Luce aveva inviato emissari sotto forma di una squadra, specificatamente formata, della sua flotta di Scienza e Esplorazione (S&E). Il compito affidatole era di organizzare un primo contatto in massa con i popoli di superficie di Madre Terra, che avrebbe goduto dell’appoggio del Consiglio Dirigente della Terra Interiore (Agharta) e dei Maestri Ascesi. Questa missione ha cominciato a prendere forma agli inizi degli anni ‘ 90, e fu previsto di completarla entro la fine del decennio. Tuttavia, l’arrivo della cintura fotonica e l’improvvisa Pace di Anchara, hanno sensibilmente modificato il calendario programmato. Nella primavera del 1998, i Maestri Ascesi presentarono alla Federazione Galattica della Luce un programma con scadenze profondamente modificate. Detto programma – in seguito noto come “Accordi del 1998” – fu sottoscritto da una quantità di gruppi, piccoli e grandi, facenti una volta parte dei servitori terrestri degli Anunnaki. Di fatto, la Federazione Galattica della Luce fu coinvolta nelle discussioni fratricide che infuriavano allora tra gli ex collaboratori degli Anunnaki, mentre i principali comitati dei Maestri Ascesi agivano da eventuali mediatori.

All’inizio del millennio, le lotte intestine si erano ridotte a due gruppi soltanto. Uno di essi, schierato a favore dei Maestri Ascesi, si era assicurato le istituzioni necessarie a rafforzare l’inizio di una nuova era per il pianeta Terra. L’altro gruppo – quello delle tenebre – decise che l’unica sua speranza fosse d’impadronirsi del controllo dell’ultima superpotenza mondiale rimasta, ricorrendo ad ogni mezzo. Ciò avvenne in novembre e dicembre 2000, e da allora i campi belligeranti furono ben definiti. L’ultimo gruppo delle tenebre decise di creare un evento devastante, che avrebbe preso alla sprovvista i loro principali oppositori, per combatterli, in seguito, sotto l’etichetta di “guerra al terrorismo”. Per attuare tale piano, fu scelto uno dei loro accoliti al governo nel Medio Oriente, che sarebbe servito da capro espiatorio per giustificare questa prima aggressione della cabala. L’offensiva avrebbe dovuto servire ad arrestare la crescente influenza del gruppo della Luce, e offrire alla cabala oscura una scusa per appropriarsi delle risorse necessarie per realizzare il resto dei suoi vasti programmi.

L’orrendo colpo inferto alle Torri Gemelle realizzò in pieno gli scopi prefissi e, in tutto il pianeta, gli alleati della Luce furono scompaginati e nell’assoluta necessità di ricompattarsi. Questa vittoria, improvvisa e totale, accrebbe l’arroganza della cabala, inducendola a commettere molti errori fondamentali, a crearsi nuovi e potenti nemici e a provocare le condizioni che, da ultimo, porteranno alla sua sconfitta. È stato come se i Maestri Ascesi abbiano permesso questo orribile avvenimento solo per poter piantare i semi affinché, una volta per tutte, l’ultima cabala oscura potesse definitivamente sparire nell’oblio della Storia. Nei tre anni che hanno seguito questo tragico avvenimento, i gruppi della Luce si sono ricomposti ed hanno lavorato con gran diligenza per estromettere questi delinquenti dalle cariche occupate. Le nuove elezioni, però, furono “elettronicamente” contraffatte ed i delinquenti in questione si mostrarono ben decisi a restare al potere. Ai gruppi della Luce non restò, quindi, che escogitare altri mezzi per raggiungere la loro meta.

Abbiamo ripetuto questa storia nella prima parte del presente messaggio, con un preciso scopo. Al presente, la rimozione della cabala è, in apparenza, difficilissima, tuttavia la situazione reale è ben diversa. Nell’odierna amministrazione nordamericana sono al lavoro forze, il cui maggior desiderio è di sbarazzarsi di chi è al potere. Prima di farlo, tuttavia, occorre un iter, esteso e complesso, che consenta di radunare contro di loro prove del tutto certe. Per arrivare a tali prove è occorso molto tempo, nonché numerosissime, pazienti investigazioni. Ora, però, la quantità di prove accumulate è tale da garantire che il processo a quei delinquenti potrà concludersi rapidamente e con successo. La sentenza spetterà a voi, e vi raccomandiamo una certa misura di vera clemenza: non dimenticate che il momento della loro inevitabile scomparsa dalla scena coincide con una nuova era e nuovi principi. Usate questi ultimi per mostrare un po’ di comprensione per i crimini commessi e, soprattutto, per l’incredibile disperazione che li ha motivati, e agite in conseguenza.

Questo ci riporta al presente e, in particolare, alla fase finale della “rivoluzione tranquilla”. Il disastro crescente del Medio Oriente e il sempre maggiore avventurismo dimostrato dalla cabala, sono i motivi che ne provocheranno la caduta. Per molte persone intelligenti della classe dirigente è, infatti, chiaro che la politica perseguita dalla cabala è quasi un suicidio. Per tal motivo è necessario estrometterla al più presto e porre fine alla sua egemonia, poiché i costi per continuare normalmente la legislazione stanno diventando troppo elevati. Qualcosa deve esser fatto, e fatto immediatamente. Negli ultimi mesi, i collegamenti della Federazione Galattica hanno registrato molte rimostranze del genere. Questi eventuali “cospiratori” si sono aggiunti a quelli che nel governo, che auspicano un nuovo leader e nuove politiche. Tutti questi gruppi ed individui si aggiungono di continuo a coloro che già lavoravano alla tanto necessaria sconfitta della cabala.

Ai fautori di cambiamento summenzionati, occorre aggiungere quelli addetti alla distribuzione dei programmi di benessere, che hanno già creato un sistema per tradurli in realtà. Al presente, tutti questi gruppi stanno predisponendo la serie finale di azioni di questo piano, ricco di tanti elementi e sfumature. Persino mentre comunichiamo con voi, il giustiziere sta lavorando per garantire la morte, corretta e conforme alla legge, di questo regime immorale e illegale. Siate pazienti! Abbiamo imparato insieme a non essere troppo precipitosi nel credere che l’azione decisiva stesse per scattare in questo momento: ciò nondimeno essa sicuramente scatterà. Il momento atteso non è molto lontano! L’azione finale richiede un perfetto tempismo ma deve, tuttavia, avvenire prima che il crescente avventurismo del presente regime prenda di mira un altro bersaglio. Di conseguenza, la necessità d’agire aumenta ogni giorno di più. A tal fine, sappiate che, se necessario, ci muoveremo noi per porre fine al potere di questo regime!

Oggi abbiamo parlato di quel che è accaduto e di quanto sta per accadere. Vi invitiamo ad esser pazienti e a rimanere sempre impegnati nell’avvenire che, infallibilmente, si sta preparando. Il momento giusto può essere immediato o in un futuro molto prossimo: malgrado tutto, non perdete fede nella vostra inevitabile vittoria! Ci congediamo ora benedicendovi tutti. Siate certi in cuor vostro che l'infinita Prosperità e Abbondanza del Cielo sono già vostre! Amen. Selamat Gajun! Selamat Kasijaram (in siriano: Siate Uno! Siate benedetti nella Gioia!).

Planetary Activation Organization - Mailing address: P.O. Box 880151, Pukalani, Maui 96788-0151. U.S.A. Voicemail:

(808) 243-0728 - Fax: (808) 573-2867 - E-mail: pao@hawaii.rr.com Website address: www.paoweb.com

(traduzione: Costanza)

                       Indietro