SaLuSa  16 marzo 2009

 

Potete agevolare il vostro progresso spirituale, ammettendo che la vostra esistenza attuale è illusoria e molto lontana dalla vostra vera realtà. La dualità è la conseguenza dell’aver abbassato le vostre vibrazioni, piombando nei regni più densi, in cui la consapevolezza è affievolita. Pur appartenendo sempre alla Luce, diventa per voi difficile creare, anche se continuate ad attirare a voi quel che immaginate e desiderate. Nei livelli inferiori esistono anche influenze che vi spingono a credervi separati dal vostro Se Superiore. Ne consegue che per molti la propria Luce diventa vaga e finiscono per credere di non possederla, sentendosi tagliati fuori da Dio. Tuttavia, non appena compreso di non aver mai perso questo legame, potete creare il vostro viaggio di ritorno, forgiando il sentiero verso la Luce. I Maestri possono offrirvi una guida, ma sta a voi decidere come esattamente ritornare alla Luce.

 

È più che naturale che, sentendovi “persi”, cerchiate aiuto, ma spesso le persone interpellate non conoscono esse stesse le risposte. Vi è anche la possibilità che le istituzioni che v’insegnano la loro via, non sempre sono in buona fede e fanno di tutto per tenervi prigionieri delle loro credenze. Purtroppo, questo può mettervi in condizione di temere di allontanarvene. Dovete, ciò nondimeno, ricordare che, in qualsiasi situazione vi troviate, questo è avvenuto per vostra scelta, con conseguenti lezioni da imparare. In diversi momenti delle vostre esistenze passate vi siete spostati da un gruppo all’altro, in cerca della verità. Gradualmente, la vostra coscienza è arrivata ad uno stato di percezione tale da rendervi più perspicaci e, quindi, capaci di trovare il vostro cammino personale verso la verità.

 

Quello che adesso cominciate ad afferrare è che esiste soltanto Una Verità, che contiene tutte le altre. Arrivati a questo punto, iniziate a creare una propria realtà, che si proietta nel vostro futuro. Gli avvenimenti esterni non possono interferire con la vostra ritrovata fiducia in voi stessi e, volendo, potete guardarli con sguardo distaccato. Il vostro futuro è nelle vostre mani e vi aggregherete a chi condivide la vostra visione. Vi è certamente soddisfazione nel costatare che non siete soli a pensare in tal modo. Una condizione essenziale per la comprensione della verità è la fede nell’esistenza di un Creatore, perché senza l’accettazione di un’alta intelligenza e forza creatrice, difficilmente potreste iniziare un cammino spirituale. Pertanto, non importa se credete che siete fatti ad immagine di Dio, sempre assumendo che Dio abbia forma umana. Quel che importa è capire che la vita è la creazione di un’intelligenza superiore Sorgente di Tutto, come pure, che è indispensabile per il vostro sviluppo spirituale capire l’Unità di tutte le forme di vita.

 

Nella fase successiva, comprenderete che la vita è infinita e che, a beneficio della vostra evoluzione spirituale, avete vissuto numerose esistenze, che vi hanno portato nei meandri di diverse credenze. Su base duratura, la vostra coscienza cresce di continuo fin quando è chiaro che siete diventati illuminati. I misteri della vita sono compresi e le esperienze nei regni fisici sono viste come semplici opportunità per una comprensione sempre maggiore. Il grande risveglio avviene realizzando che, se appartenete a Dio, voi stessi siete un Dio in fieri. Improvvisamente, facendo valere la vostra sovranità, si schiude tutta la gamma delle possibilità e, intuitivamente, cominciate a prendere coscienza dei vostri poteri creativi.

 

Alcuni possono anche giungere alla conclusione che la vostra dimora non è sulla Terra, bensì con la vostra famiglia proveniente dalle stelle. Questa idea crescerà e diventerà più chiara man mano che accettate i messaggi dei tanti Esseri dello Spazio che, ogni giorno che passa, si avvicinano sempre più alla Terra. Ovviamente, dietro messaggi come il presente, ci sono dei disegni e dei motivi e troverete il filo comune che li unisce, avvicinandovi alla fine del presente ciclo. Ma questo è solo l’inizio di un altro viaggio che, attraverso l’Ascensione, vi farà ritornare nelle dimensioni superiori da cui, all’inizio, proveniste. L’idea che siete infinitamente più grandi di quanto immaginate sarà allora da voi accettata, senza alcun sentimento egoista. Questo accadrà in modo naturale perché il vostro subcosciente conserva profonde memorie di tempi diversi, in cui eravate quel che potrebbe definirsi il futuro di voi stessi.

 

Sulla Terra c’è adesso un risveglio che vi metterà in grado di capire l’importanza dei tempi presenti, in cui vi si offre l’opportunità di ascendere. Non siete affatto legati alla Terra, poiché potete elevarvi a dimensioni ancor più alte. La Terra ha la sua attrazione perché, dopo tutto, vi avete trascorso molte esistenze, alcune delle quali perfettamente felici. Avete anche avuto la vostra quota d’esperienze variate, con sentimenti contrastanti. L’Ascensione supererà di gran lunga persino i vostri sogni più audaci di Utopia; i regni superiori non sono quieti rifugi celesti, bensì luoghi frementi di vita e di energia. Non sono oscurati dalle basse vibrazioni, che a tali livelli non possono sussistere e, pertanto, la vita è costantemente appagante e magica, rispetto a quanto avete conosciuto.

 

Non può essere difficile scegliere tra la vostra esistenza attuale e le promesse rappresentate dalle dimensioni superiori. Ognuno di voi deve fare una scelta; a nessuno sarà negata questa possibilità o sarà svantaggiato in alcun modo. Mettete da parte i timori e, tranquillamente, considerate l’importanza dei pochi anni a venire. Man mano che avanzano, diventerà chiarissimo dove l’umanità si sta dirigendo. Certo, con la nostra venuta, conoscerete il legame che ci unisce a voi e alla vostra storia passata, come pure la nostra costante presenza nel periodo relativamente breve che precede l’Ascensione, in cui vi assisteremo in vari modi. Ma non finirà là perché insieme, in alcuni casi, faremo ritorno alle nostre dimore tra le stelle, o cominceremo un altro ciclo d’esperienze, che apriranno a noi il Cosmo. Ancora una volta, queste decisioni spettano solo a voi, e noi saremo pronti a guidarvi secondo il vostro piano evolutivo.

 

Io sono SaLuSa e vengo da Sirio; col tempo capirete che la nostra missione ha molte sfaccettature, di cui il Primo Contatto è parte essenziale. Ben presto, ci attendiamo una dichiarazione che permetterà di divulgare la nostra presenza. Una volta ufficialmente riconosciuti, potremo programmare un contatto più aperto. Le tenebre ostacoleranno tali rivelazioni perché verrete a conoscenza di come hanno soppresso la nostra presenza e l’amore che vi offrimmo.

 

Mike Quinsey

Sito originale: http://www.treeofthegoldenlight.com/First_Contact/mike_quinsey

(Traduzione: Costanza)